Nao Challenge 2017 all’Opificio Golinelli!

Anche quest’anno la Finale della Nao Challenge è stata ospitata all’interno degli splendidi spazi dell’Opificio Golinelli.

Più di venti squadre si sono messe in gioco nel grande salone, dopo prove e dimostrazioni davanti alle giurie, ognuna con le proprie caratteristiche e con i propri punti di forza.

Nel frattempo, qua e là, la fondazione pullulava di laboratori gratuiti per i visitatori, venuti ad assistere alle gare e a fare il pieno di scienza.
Nello Spazio Maker c’era l’angolo dedicato alla stampa 3D, in una delle stanze adibite alla divulgazione scientifica si costruivano scimmie equilibriste con i Lego WeDo 2.0 e nell’area morbida, proprio all’imbocco dello scivolo, L’Allegro Chirurgo accendeva un led nel cervello di Nao e faceva battere forte il suo cuore.

In questo post non vi racconterò nulla delle attività che abbiamo portato all’Opificio Golinelli, voglio infatti concentrarmi sull’atmosfera che si vive qui. Per chi, come me, ha fatto della divulgazione scientifica il proprio lavoro, portare un laboratorio in un posto simile è sempre un grande piacere. Tantissima luce, strumenti a vista, opere d’arte, spazi enormi, rete wifi, LIM per proiettare, casse per amplificare i suoni, banchi a isola e assistenza continua in caso di necessità…non si può davvero volere di più! E se proprio qualcuno non riuscisse ad accontentarsi c’è sempre lo scivolo!

Per chi volesse approfondire le attività della Fondazione Golinelli ecco il link al sito e alla pagina Facebook.
Le bellissime foto della giornata, invece, le trovate come al solito nel nostro profilo, l’autore è Andrea Sessarego.

FacebookTwitterGoogle+

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *