Apollo V: alla scoperta di Makey Makey (e dei pandacorni)!

Gli ultimi incontri all’Istituto Comprensivo C. Durazzo di Quinto sono volati.

Abbiamo parlato delle leve, costruendone una per ogni categoria e ragionando sugli esempi pratici che incontriamo nella vita di tutti i giorni, abbiamo introdotto il concetto di conduzione elettrica e per farlo ci siamo lasciati aiutare da Makey Makey, ultimamente protagonista indiscusso dei nostri laboratori.

Durante l’attività propedeutica all’uso del kit ci siamo divisi come sempre in gruppi e cimentati nella realizzazione di un joystick  usando materiali conduttivi. C’è chi ha impiegato la classica carta stagnola, chi ha scelto i punti metallici della pinzatrice, chi ha sfruttato la grafite di una matita e chi ha scoperto, infine, che le mitiche Goleador sono ottimi conduttori. Una volta pronto il joystick… beh, lo abbiamo usato per giocare ai videogames!

L’ultimo incontro lo abbiamo quindi dedicato alla costruzione di cinque scenari diversi, immaginando di essere arrivati su un pianeta lontano, dove tutto è possibile.
Ecco cosa hanno realizzato i ragazzi presenti:

Il “Pandacorno” di Luana
La navicella di Edoardo 1
La villetta dei laser di Tommaso
La casa di Loris
Lo yacht di Edoardo 2

Una volta preparati i collegamenti con Makey Makey e la semplice programmazione di Scratch abbiamo cominciato a muovere la nostra pedina lungo il percorso stabilito: di fronte ad ogni scenario, fermandosi sulle aree conduttive scelte dai ragazzi, il piccolo viandante Lego udiva un suono diverso. Una voce registrata direttamente da Google Translate, il verso di un compagno di classe, i rumori selezionati dalla libreria di Scratch… abbiamo concluso il laboratorio tra esplosioni, spade laser, tuffi in mare, motori di navi in partenza, fattorini della pizza in pronta consegna e… Pandacorni ululanti.

P.S. Se non sapete cosa sia un Pandacorno (tranquilli, non siete soli) vi basterà fare una rapida ricerchina sul web e scoprirete un mondo di arcobaleni, pupazzi e cuoricini.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *