Benvenuto ARS, Albero Robotico Spaziale!

Come vi avevamo anticipato qui, c’è una nuova missione nel programma spaziale di Scuola di Robotica, ma, mentre quando ve ne abbiamo parlato la prima volta non ne conoscevamo ancora il nome, oggi possiamo ufficializzare la scelta: Albero Robotico Spaziale con un lungo e articolato sottotitolo: Un giro tecnologico 2.0 nel cosmo azzurro!

I dieci astronauti con cui trascorreremo tutti i mesi che ci separano dalla fine dell’anno scolastico sono pronti a darsi da fare e lo hanno ampiamente dimostrato durante il primo incontro. Novanta minuti passati a conoscerci meglio, facendo previsioni sul futuro delle esplorazioni spaziali, affrontando tanti argomenti, tutti diversi ma comunque accomunati da un grande tema: l’Universo e la robotica applicata per conoscerlo.

C’è chi ha raccontato un film visto con il papà, chi ha voluto dire la sua sulla ricerca d’acqua su Marte, chi ha spiegato come viene mandato un rover su un altro pianeta e chi ha ipotizzato bizzarri metodi di crescita artificiale per i vegetali sulla luna (basterebbe costruire una serra e metterci dentro “del respiro”).

Dopo aver risposto insieme all’ormai leggendaria domanda “Cosa è un robot?”, abbiamo cominciato a disegnare in libertà: ogni bambino ha interpretato questo primo incontro realizzando una piccola opera spaziale da appendere nella propria stanza (o al collo!), per raccontare il suo punto di vista sul tema del percorso didattico e per aiutarmi a ricordare i nomi di tutti. Il risultato? Li ho imparati a memoria davvero!

Andrea e la sua aliena in ascensore
Matteo e il suo razzo
Lia e il suo pianeta colorato
Francesca e la sua marziana
Nicola e la sua astronave
Riccardo e la sua navicella arancione
Lara e i suoi gattini astronauti
Elena e il suo razzo a pois
Ginevra e il suo disegno pieno di colore
Samuele e il suo alieno verde in arrivo

Ci rivediamo venerdì per cominciare a costruire!

Le foto del primo incontro le trovate qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *