Intervista: Dol’s, donne e tecnologia

Oggi L’Uomodilatta ospita un’intervista molto importante: abbiamo posto qualche domanda a Caterina Della Torre una delle fondatrici di Dol’s Magazine, community di donne on-line che da anni si batte per la parità di genere e per il diritto di accesso alla tecnologia, parlando di lavoro, cultura, nuovi media e futuro.

1)  Come nasce l’idea di Dol’s?
Dol’s nacque nel 1999 dalla passione e dall’amore per le nuove tecnologie di quattro donne (Giovanna Fuse’ manager di una società informatica, Giuliana Isola, architetta votata al web design, Bettina Jacomini, giornalista web e Caterina Della Torre linguista passata al marketing tradito per internet) che in una domenica di aprile del 1998, hanno deciso di aprire sul web uno spazio riservato alle donne per aiutarle ad acquisire confidenza con le nuove tecnologie e dare visibilità alle loro attività, in un mondo completamente maschile come era il web di allora. Poi le vicende del tempo hanno mutato la compagine associativa e Dol’s è rimasta nelle mani di una sola di loro, Caterina Della Torre.

2) Quali difficoltà ha incontrato durante il suo percorso?
All’inizio 16 anni fa era tutto più difficile, dalle connessioni al linguaggio html, al mondo femminile nelle tecnologie. Un mondo al quale Dol’s si rivolgeva ma che era nascente e tutto da costruire. Ricordo che spuntavano ogni giorno nuovi portali e i content manager che spesso erano donne, come per Msn di microsoft, Altavista, Virgilio etc..

3) Quali conquiste?
Le conquiste personali sono state essere in grado giorno dopo giorno di fare da sola senza dover per forza rivolgersi a qualcuno. E’ stata una scuola di vita, anche della serie se voglio posso ma mi devo solo applicare.

4) Ci racconta un aneddoto in particolare, che pensa possa essere significativo per comprendere la mission di Dol’s?
Un giorno molti anni fa mi scrisse una ragazza giovane, laureanda che stava scrivendo la tesi e mi chiese se poteva riportare Dol’s e la sua community  sulla sua tesi. Ne fui felice. Molte donne sono partite da dols e si sono  poi alla fine create il proprio sito poi blog. E’ una conquista.

5) Cosa dovremmo intendere, davvero, secondo lei, per pari opportunità?
Parità di accesso alle opportunità lavorative e di vita.

6) Quali previsioni per il futuro ha, sul tema donne e tecnologia?
Ormai le donne sono grandi utilizzatrici delle tecnologie perché queste sono diventate più facili da utilizzare. Il passo successivo è imparare a programmare.
Leggevo sull’Internazionale un articolo intitolato ‘’La tecnica per imparare a programmare’’ e chi parlava era una donna che diceva di essere una frana in matematica ma di essere brava a scrivere e a leggere.  La programmazione alla fine era però più simile ad una lingua straniera che alla matematica.

7) Se potesse riassumere l’avventura di Dol’s con una sola parola quale userebbe?
Sperimentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *