La leggenda del Pirata Barbarobot

Il progetto e la realizzazione del Pirata Barbarobot Cuoco di Simone
Il progetto e la realizzazione del Pirata Barbarobot Cuoco di Simone

Ieri abbiamo iniziato i laboratori robotici al Centro Estivo Arci a Camogli. Quest’anno il tema scelto ruota attorno al concetto di isola e, come è facile immaginare, i Pirati sono spesso i veri protagonisti delle attività.

Il primo incontro con i sette bambini che hanno partecipato al laboratorio è stato divertente ed è servito per rompere il ghiaccio e cominciare a raccontare una storia.
Quale? La leggenda del Pirata Barbarobot, erede di Capitan Uncino, grande filibustiere moderno, con caratteristiche robotiche e un unico ambizioso obiettivo: conquistare tutte le isole del mare. Come farà? Innanzi tutto circondandosi di una ciurma degna della sua fama, in cui si conteranno tutti i componenti necessari a compiere missioni complicate, coraggiose e, naturalmente, ad alto livello tecnologico!

Quindi per prima cosa abbiamo costruito l’equipaggio: sette pirati barbuti sono stati progettati e poi realizzati utilizzando materiali di recupero di ogni genere. Solette per le scarpe, vecchie stoffe, rocchetti di cartone, provette, tappi, ma anche rifiuti elettrici quali cavi, tastiere, circuiti stampati, ventole, pulsanti e tutti qui piccoli oggetti di provenienza elettronica che normalmente vengono gettati via con i vecchi computer o con i telefoni cellulari che non funzionano più.

Ecco chi è salito a bordo:
1) Barbarobot Arasagatù di Edoardo (un vero ammasso di super poteri, con compressore, trapano, antenna satellitare e telefono-farfalla incorporati)
2) Barbarobot Domesticone di Matteo (chi non vorrebbe possedere un robot lavastoviglie con i pattini? Indispensabile su una nave dei pirati pronta a conquistare i mari)
3) Barbarobot Intelligente di Luca (la sua missione è spaccare tutte le cose del mondo, però quando gli obiettivi sono le persone non usa le armi, ma l’intelligenza)
4) Barbarobot Distruggituttoforza di Yuki (il robot progettato dall’unica bambina del gruppo, con gambe snodabili lunghissime e ruote al posto dei piedi)
5) Barbarobot Electrobarba di Gabriele (un vero barbuto questo pirata robotico, naturalmente dotato anche di razzi super potenti)
6) Barbarobot Assassino di Matteo (il nome dice tutto, è così equipaggiato da essere in grado di conquistare l’intera città di New York)
7) Barbarobot Cuoco di Simone (ecco l’indispensabile cuoco di bordo, ha due bocche per assaggiare i cibi, le ali e un menu elettronico che si legge direttamente sulla pancia)

La prossima settimana vi aggiorneremo con nuove parti della nostra storia e il tema che affronteremo insieme sarà il galleggiamento, indispensabile per viaggiare tra le isole del mare…e non solo!

This article is also available in: Inglese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *