Meno male

10574531_10152232851291088_8870256372410566015_nMeno male che sono arrivati i bambini di Monica e Rosa. Meno male che quel mercoledì c’è stato il sole e la luce ha invaso tutto il porto.
Meno male che la chiatta era libera e ci ha accolti come sempre con il suo calore e i suoi colori allegri.
Meno male che le api robotiche hanno funzionato (quasi) tutte senza intoppi e che i tappeti hanno arredato la sala come fosse stata casa.
Meno male che sono arrivati i bambini di Monica e Rosa portando negli zainetti un pacco di sincerità.
“Meno male che non sono disabile” ha detto a una compagna un bimbo con la tuta grigia.
“Perché?”, ha risposto lei.
“Così” ha detto lui, “Perché, tu sei disabile?”.
“No, no”.
“Meglio, andiamo?”.
Meno male che sono arrivati i bambini di Monica e Rosa con i loro disagi e le loro difficoltà, ma anche con la loro solidarietà istintiva, con il loro spirito di collaborazione e le loro intuizioni geniali.
Meno male che sono arrivati i bambini di Monica e Rosa, con Monica, Rosa e le altre maestre, così attente al valore dell’attività come momento di scambio, della parola come attimo di verifica, della domanda come opportunità di apprendimento.
Meno male.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *