#BYOR: non è solo…

10568935_10152650103846088_4598663781308431802_n

Quando mi capita di parlare di BYOR  (Build your own robot) dico spesso che BYOR non è solo un robot, non è solo un kit, non è solo un manuale, non è solo una app
BYOR è molto di più di quello che sembra.
BYOR è una riunione via skype con chi ha creduto nel progetto il 19 Agosto 2014, fra me, Fiorella, e Pierluigi e Lisa di Mediadirect. Faceva tanto caldo e io avevo voglia di mare.
Ognuno di noi era più o meno in vacanza, io mi trovavo nel terminal traghetti di Palermo. Stavo andando a Salina, l’isola de “Il Postino” di Troisi.
Con sullo sfondo Stromboli che emetteva lava e fumo bianco mi ritrovai un giorno intero a scrivere cosa era BYOR. Ai tempi il progetto si chiamava CYR (Create your robot) ed era una bozza di app creata quasi per scherzo in ufficio dall’unione delle menti di Davide, il nostro guru della tecnica, Stefano, un giovane studente del Calvino che fa parte di SdR da quando ha 11 anni e Mattia, un giovane ancora non laureato designer (che aveva partecipato a uno stage da noi).
BYOR è la passione di questi tre ragazzi, la mia, quella di Fiorella, quella di Pierluigi e Lisa che ci hanno creduto fin da subito, fin da quel giorno in cui Skype prendeva male e io creavo solchi nel terminal traghetti, fra valigie e aria condizionata che non andava. BYOR è il caldo di quel giorno a Salina mentre scrivevo la proposta per Mediadirect, BYOR sono i bozzetti disegnati da Davide per fare la app per cui discutemmo animatamente a settembre, BYOR sono le notti di Stefano a programmare la app. BYOR sono le bozze di Mattia e le discussioni su quanto devono essere grandi i tasti,  BYOR è decidere di cambiargli nome, perchè CYR non è inglese (citazione di Fiorella).
BYOR  è anche ritrovarsi selezionati dalla Apple fra le migliori app sull’iTunes Store.
BYOR è l’entusiasmo delle persone che hanno seguito i nostri corsi e in particolare il corso di Cuneo, il primo in cui era possibile comprare il kit.
BYOR sono i sorrisi dei nostri amici di SdR Piemonte e di TECAR che ci hanno aiutato a portare persone al corso e hanno organizzato egregiamente il corso per il catering e le attenzioni ai corsisti.
BYOR non è solo un robot,
è qualcosa in più.

Un pensiero riguardo “#BYOR: non è solo…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *