Ci sono cose che non si dimenticano

rosso

Ci sono cose che non si dimenticano. Io, per esempio, non dimentico mai i bambini con cui faccio un laboratorio. Nemmeno se si tratta di un breve corso, di una giornata, di un turno di Festival, di una mezz’ora al volo. Ricordo le facce, a volte ricordo lo scambio di battute, persino le domande spesso mi rimangono incollate alla memoria. Così, ogni tanto, mi capita di sorridere a un bimbo incontrato sul bus solo perché l’anno prima ha guidato un drone insieme a me, nel gelo della sala cisterna di Architettura. Oppure succede come domenica scorsa, quando durante il laboratorio su Little Bits della First Lego League ho riconosciuto subito uno dei ragazzi che l’estate passata ha frequentato la nostra Summer School.
Questo post nasce dalla mia voglia di presentarvi le persone con cui ho lavorato quest’anno alla Scuola Burlando e con le quali ieri ho trascorso l’ultimo pomeriggio robotico, riprovando il laboratorio dedicato alle Scribbling Machines e fallito al primo tentativo. Inutile dirvi che questa volta è andato alla grande!

A fine lezione ho chiesto a tutti di dirmi cosa hanno imparato durante questo corso e cosa li ha conquistati di più, ecco le loro risposte:
Mattia: Ho imparato a costruire robot e ho conosciuto nuovi compagni.
Per questo Mattia consiglierebbe ad altri amici di partecipare a questa avventura.
Alessandro: Ho imparato tutto e tutto mi è piaciuto, perché bello e divertente.
Simone: Ho imparato che da pezzi che non si usano più si possono costruire robot. Mi è piaciuto tutto.
Anche Simone consiglierebbe questo laboratorio agli amici.
Gabriel: Il corso è stato divertente e costruttivo. Ho imparato che i robot sono macchine, si possono muovere non solo avanti e indietro e possono anche muovere i bracci.
Brandon: Ho imparato a costruire robot e mi è piaciuto tutto.
Marta: Ho imparato a costruire robot, a programmarli e mi è piaciuto tutto di questo corso.
Shakithya: Mi è piaciuto tutto e ho imparato che ci sono macchine inutili e utili, che possono aiutare le persone durante il loro lavoro.
Pietro: Ho imparato a progettare robot e mi è piaciuto tutto.
Mirko: Ho imparato a lavorare con il computer ed è la cosa che mi è piaciuta di più.
Federico: Ho imparato a costruire macchine belle che posso rifare a casa.
Quando ho chiesto a Fede un commento sul corso mi ha detto “Scrivi semplicemente WOW
Gianluca: Ho imparato a programmare i Lego e la cosa che mi è piaciuta di più è stata lavorare al computer e costruire il robot.
Matteo: Ho imparato a usare i motori e i Lego. Mi è piaciuta la tecnologia.
Lorenzo: Ho imparato a costruire i robot e a usare i Lego. Quello che mi è piaciuto di più sono le Scribbling Machines e stare con gli amici.
Tommaso e Davide: Abbiamo imparato a programmare e ci è piaciuto tutto.
Elena: Ho imparato la tecnologia e mi sono piaciute le lanterne costruite con i Little Bits.
Chiara: Ho imparato cosa sono i robot e mi è piaciuto tutto.
Mattia: Mi è piaciuto tutto e ho imparato che anche da pezzi qualunque posso costruire un robot.

Ieri non tutti i ragazzi erano presenti, mancavano Alice, Davide, Matteo e Livia. Voglio salutare e ringraziare anche loro per aver lavorato con me. Come al solito, certamente, non li dimenticherò!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *