Tra tecnologia e arti visive

unnamedSi è conclusa la mia prima Summer School! Colori, forbici e nastro adesivo hanno animato i laboratori creativi. Bambini, ragazzi e adulti si sono espressi, dal semplice disegno su carta a strutture complesse in 3D. Materiali di ogni genere hanno dato impulso a creatività ed interrogativi su come questi potevano essere utilizzati ed assemblati. La tecnologia ha fatto da “scheletro”, in cui costruirci attorno ogni sorta di fattezza, ognuna con spirito d’ironia ed originalità…ecco che sono comparsi “mostruosità marine”, “faccette che si illuminano” e “la radio che cammina”, ma anche supporti didattici “il libro pop-up” e “il teatrino”. Storie animate che hanno percorso la strada della fantasia, ma che hanno dato anche spunto alla riflessione, toccando temi importanti quali l’inquinamento e l’amicizia…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *