Le avventure robotiche di Melissa e Luca: le macchine inutili a scuola

252375_10151153107016088_1888590640_nLuca e Melissa sono due dei nostri collaboratori, lui è giovanissimo (si è maturato a pieni voti proprio quest’anno!) e lei è mamma di Ada e di Arturo, uno dei nostri piccoli amici e assiduo frequentatore dei corsi di SDR.  Luca e Melissa portano avanti un bellissimo progetto di robotica a scuola e in questo primo post dedicato alla loro esperienza ci raccontano attraverso un fumetto e  con un breve ed emozionante resoconto, come è andato l’incontro preliminare presso le classi primarie e medie dell’Istituto Comprensivo Durazzo di Quinto.

Per scaricare il file pdf del fumetto di Melissa clicca sul nostro logo qui sotto!

24052_381899831087_1159559_n

Ecco invece il resoconto di Luca:

“Otto giovani menti entrano in aula. Non sanno ancora che, durante quella giornata, diventeranno dei progettisti e concretizzeranno un poco della loro immaginazione. Intanto, dopo le presentazioni di rito ed un filo di lana che racconta un poco le proprie storie, pensando a biciclette, mulini a vento, motori a lucertola per tartarughe stanche… Capiamo, con un percorso fatto di domande e ragionamento, che cos’è una macchina. Apriamo la mente e realizziamo che l’immaginazione è il motore della progettazione (ma anche del mondo). Compreso il concetto, diventiamo un poco ingegneri: pronto un kit di Lego colorati, subito a immaginare una “macchina inutile” a cui affidare il compito più strampalato che passa per la mente. In breve tempo vengono realizzati i primi prototipi! Siamo in grado, dopo aver relazionato brevemente le caratteristiche del prodotto, a calarci nella figura del relatore, davanti ai compagni, che propone i pregi della sua macchina inutile e spiega le caratteristiche salienti. Abbiamo osservato un mega tagliaerba/aspirapolvere in scala 1:14, una macchina fotografica ecologica e con 500Mpixel, una penna/macchinina/carrarmato e una macchina volante, per coronare uno dei grandi sogni dell’uomo. E così, ritrovandoci a parlare delle ombre e dei simpatici e un po’ stravaganti fotoni, ci accorgiamo che il tempo a nostra disposizione è terminato. Un saluto e, mentre impacchettiamo le macchine per poterle ritrovare, ci diamo appuntamento alla prossima settimana.”

Continuate a seguire le avventure di Luca e Melissa!

 

Un pensiero riguardo “Le avventure robotiche di Melissa e Luca: le macchine inutili a scuola

  • 2 dicembre 2013 in 11:55
    Permalink

    La robotica.. umanizzata :-)) bravissimi tutti

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *